Financial Fundamentals: 3 concetti fondamentali di business da comprendere prima di avviare una startup

Financial Fundamentals: 3 concetti fondamentali di business da comprendere prima di avviare una startup

La finanza è una delle competenze di base che qualsiasi startup o azienda dovrebbe possedere per avere successo. Tuttavia, il know-how finanziario, i problemi e l’analisi sono spesso il tallone d’Achille di moltissimi imprenditori. Sebbene la funzione finanziaria sia molto più strategica della semplice contabilità amministrativa, entrambe sono dei concetti fondamentali di business e vitali per il successo di ogni startup.

Gli imprenditori raramente entrano in affari per occuparsi degli aspetti finanziari e della gestione dell’impresa. Ma è fondamentale per il successo a lungo termine della tua attività che tu comprenda alcuni dei fondamenti finanziari dell’essere un imprenditore. Non devi essere un contabile o un analista finanziario ma è importante possedere alcune competenze chiave nel tuo kit di strumenti aziendali per poter misurare gli aspetti finanziari della tua attività. Questo è vero per tutti ma probabilmente è particolarmente vero per coloro che si considerano più creativi che esperti di business. Senza una solida esperienza nel settore degli affari, essere al comando può sembrare opprimente. Capire come leggere un bilancio e un conto economico è importante tanto quanto capire come realizzare il prodotto o eseguire il servizio che offri.

E mentre va bene esternalizzare questa attività in modo che qualcun altro possa fare il lavoro che non ti piace fare, devi essere sicuro di aver compreso l’output delle informazioni finanziarie. Ne avrai bisogno per prendere decisioni importanti sulla tua attività e saprai esattamente come sta andando la tua startup dal punto di vista gestionale. Ci sono una serie di parti chiave del quadro finanziario di cui devi essere a conoscenza e possono essere delineate sulla base dei tre rendiconti finanziari critici che la tua azienda genera: profitto/perdita, flusso di cassa e bilancio.

In seguito troverai i tre concetti fondamentali di business che devi comprendere – e saper utilizzare – prima di avviare una startup:

1. Come leggere un conto economico e altre competenze finanziarie

Diventare finanziariamente istruiti è uno degli investimenti più importanti che puoi fare per la tua startup. Sebbene quasi certamente assumerai degli esperti qualificati per gestire la contabilità e le esigenze fiscali della tua azienda, è fondamentale che tu sia in grade di afferrare le basi.

Sai leggere un conto profitti e perdite? Capisci la differenza tra finanziamento tramite debito e finanziamento tramite capitale proprio e cosa può significare ciascuno per una startup early stage? Sai come creare un budget?

Se la risposta a una di queste domande è “no”, allora vorrai investire nella tua educazione finanziaria il prima possibile. Questi concetti non sono particolarmente difficili da comprendere ma dovresti comprenderli bene prima di iniziare il percorso go to market.

2. Flusso di cassa: che cos’è e come migliorarlo

Il concetto del budget e di come reperirlo è solo il primo passo per poter avviare la tua startup. È necessario comprendere il concetto di proiezioni del flusso di cassa. Quanti soldi può ragionevolmente aspettarsi di guadagnare la tua startup? Quanto di quel totale sarà un profitto e quanto finanzierà le operazioni quotidiane?

Comprendere il flusso di cassa significa anche avere una conoscenza di base delle opzioni di finanziamento e raccolta fondi come il capitale di rischio, angel investor, crowdfunding, autofinanziamento, sovvenzioni, prestiti e altro ancora.

Qual è la scelta più saggia per la tua attività nelle sue fasi iniziali? La risposta può fare la differenza tra l’inizio di un’attività fiorente e il dover cercare un altro lavoro.

3. Il quadro normativo e legale in cui lavori

Tutte le imprese sono sensibili a determinati quadri finanziari, economici e legali ed è molto importante che tutti questi requisiti siano stati soddisfatti: 

  • Struttura aziendale (le più comuni sono società per azioni, società di persone o impresa individuale);
  • Nome dell’attività (assicurati che non violi i diritti di proprietà intellettuale di nessun altro)
  • Registrazione della tua attività presso la Camera di Commercio;
  • Riconoscimento della Persona Giuridica (tramite l’iscrizione nel Registro delle persone giuridiche private);
  • Permessi e licenze (comprese le licenze commerciali)
  • Marchi, copyright o brevetti;
  • Creazione conto bancario.

Infine, come mezzo per gestire il rischio e ridurre l’esposizione legale, l’assicurazione è fondamentale per un’attività in qualsiasi fase dello sviluppo. Ma quali assicurazioni sono obbligatorie, quali consigliabili e quali si possono rimandare, almeno all’inizio?

In linea di principio si distingue tra assicurazioni aziendali e assicurazioni sociali per te, i tuoi partner e i collaboratori. La forma giuridica scelta determina quale copertura è obbligatoria. L’assicurazione aziendale più importante è l’assicurazione responsabilità civile d’impresa, che protegge la tua startup dalle pretese di terzi.

Valuta attentamente e informati sui diversi tipi di prodotti assicurativi disponibili (ad es. Responsabilità generale, responsabilità professionale, risarcimento dei lavoratori e altri) prima di procedere con quello più adatto alla forma della tua startup.

Related Posts